METEO, LE DISASTROSE PREVISIONI DELLA SETTIMANA: “TEMPERATURE COSI’ BASSE DA PASSARE ALLA STORIA”

50362

Continuerà almeno fino a giovedì l’ondata di freddo che sta interessando la Penisola ma in particolare il Centro Sud dove si susseguono peggioramenti a ripetizioni con piogge e neve fino a quote basse. Il meteorologo di 3bmeteo.com Francesco Nucera aggiunge: “Quella in atto è tra le più lunghe ondate di maltempo invernali degli ultimi anni“. Un evento, insomma, tristemente destinato a passare alla storia.

Centro Sud, piogge e neve a bassa quota –  Fino a giovedì non ci sarà tregua: le Regioni più colpite saranno Marche, Abruzzo e Molise con precipitazioni abbondanti, nevose a bassa quota. Precipitazioni diffuse sono attese anche su centro Est Sardegna, basso versante tirrenico, zone Ioniche settentrionali e parte della Puglia con neve a quote di medio-bassa collina.

Forti venti e clima freddo –  Il clima sarà freddo e le temperature saranno sotto le medie del periodo.  “L’ondata di maltempo è prevista attenuarsi da giovedì quando è atteso un parziale miglioramento”, concludono da 3bmeteo.

Temperature artiche – In Alto Adige la scorsa notte è stata una delle più fredde di sempre. Sull’Altopiano di Asiago si sono registrati -31,8 gradi. In Veneto, a Passo Cimabanche la minima è stata -24,6 gradi, a Pian Cansiglio e Piana di Marcesina -23. Fra i paesi più freddi Santo Stefano di Cadore con -18.2, Asiago -17.7 e Cortina con -12,4 gradi. A Monguelfo, in val Pusteria, la minima è stata di -21,2 gradi, a Dobbiaco di -19,1, a Brunico di -19 e a Sesto di -18,8 gradi. Mentre il Nord batte i denti per il gelo in Abruzzo, a causa delle abbondanti nevicate anche a bassa quota, in alcuni comuni come a Pescara, è stata disposta per oggi la chiusura delle scuole. Sempre in Abruzzo sono “centomila le persone senza energia elettrica“. Al momento sono circa 42mila le utenze disalimentate.

 

FONTE:

LIBERO